Prenota online
Risparmi subito il 5%
modifica/cancella una prenotazione

Il Monte Montone ha una altezza di 1104 m e occupa in piano una superficie di circa 85 ettari. Fin dalle epoche più antiche fu luogo di pascolo per le greggi e una riserva di legna per la popolazione, così, poco a poco, tutta la vegetazione andò distrutta e degli antichi boschi di abete bianco rimasero solo i resti fossilizzati: la torba. Sul Montone i più anziani del comune hanno trascorso gran parte della loro infanzia pascolando tacchini, pecore, mucche, raccogliendo

 

more, corniole, pere selvatiche e molte specie di funghi come i prataioli, dorelli, gli spignoli, i caprini, le manine. Intorno al 1950 le autorità locali e la forestale decisero di rimboscare il Montone, cosi da prevenire frane e abbellire il paesaggio. Con il rimboschimento sono state introdotte le seguenti piante: abete bianco, acero montano, pino nero, quercia, faggio, carpino nero, carpino bianco e ginestra. Oggi il Montone è un parco naturale popolato da numerosi daini e caprioli.

Iscriviti alla nostra newsletter, subito per te il 5% di sconto

Inserisci il tuo indirizzo mail per rimanere aggiornato sui nostri eventi e ricevere buone e gustose notizie
Rispettiamo la tua privacy